Denise Pipitone: “Qualcuno sa e non parla”. I genitori ne sono convinti

Scomparsa misteriosamente il 1 settembre del 2004, di Denise Pipitone, non si hanno più notizie da 15 anni. Eppure i genitori non si rassegnano. “Qualcuno sa e non parla“: Piera Maggio e Piero Pulizzi, ne sono convinti. Questo è il messaggio che la madre e il padre della piccola scomparsa a Mazara del Vallo, nella tarda mattinata del primo settembre di 15 anni fa. 

Era circa mezzogiorno, quando di Denise Pipitone si persero le tracce. Della bambina, si disse che rapita. Sequestrata mentre giocava sul marciapiede di casa insieme ai cuginetti, da quel giorno nella città siciliana, si persero completamente le sue tracce. I genitori della bambina, che all’epoca dei fatti aveva appena 4 anni, non si sono mai rassegnati alla sua scomparsa e hanno sempre fatto appelli di ogni tipo, affinché chi abbia visto o sentito qualcosa, possa parlare. 

Denise Pipitone: un sequestro rimasto irrisolto

Giocava sul marciapiede di casa, la piccola Denise Pipitone, che oggi avrebbe circa 20 anni. Era in compagnia dei cuginetti a pochi metri dall’abitazione della nonna Bruna, che stava preparando il pranzo per i nipoti. Ma alle 11.45 circa della bambina si persero tutte le tracce ‘svanita nel nulla’. Il fatto accadde in Sicilia a Mazara del Vallo. Da lì partirono le ricerche, ma nonostante diverse segnalazioni, della bimba mai più nessuna traccia. Eppure qualcuno deve sapere, pensano da allora i genitori. 

Loading...
Загрузка...

Le parole dei genitori di Denise Pipitone a distanza di 15 anni dalla scomparsa

“Coloro che hanno sequestrato Denise, coloro che sanno e non parlano, coloro che potevano e non hanno fatto, sono dei vigliacchi“, queste sono le parole pronunciate da Piera Maggio e Piero Pulizzi, i genitori della piccola Denise Pipitone. A distanza di anni dalla sua scomparsa, durante la celebrazione del 15esimo anniversario dalla sparizione, mamma e papà, non si mostrano ancora rassegnati. “Tutti hanno una coscienza, ma alcuni, nel nostro caso, non l’hanno nemmeno usata. Vogliamo giustizia. Denise, un bacio ovunque tu sia”, questo è il grido disperato di due genitori che chiedono la verità e giustizia, per un sequestro del quale ancora non si hanno colpevoli. . Il messaggio si conclude con una promessa: “Non molleremo mai”. 

Chi sono i colpevoli della scomparsa della bambina di Mazzaro del Vallo?

Una bambina scomparsa misteriosamente davanti al marciapiede di casa e nessun colpevole ancora trovato. E questo il motivo per il quale Piera Maggio e Piero Pulizzi( padre biologico di Denise Pipitone), non riescono a trovare pace. Sono passati 15 anni da quel 1 settembre del 2004 e chi abbia preso una bambina di appena 4 anni, davanti gli occhi dei cuginetti, resta ancora nascosto nell’ombra. L’unica accusata era stata, la sorellastra Jessica Pulizzi, ma che fu assolta nei tre i gradi di giudizio. Il sindaco di Mazara del Vallo, in occasione del 15esimo anniversario dalla scomparsa di Denise, ha dichiarato: “Da 15 anni non si hanno più notizie della nostra concittadina Denise e tutti noi, in primis i genitori ed i familiari, chiediamo verità e giustizia senza abbandonare la speranza”.

LEGGI ANCHE: Denise Pipitone, gli avvistamenti e l’impronta della manina: gli indizi dopo 15 anni

Comments

commenti

Загрузка...
Loading...