Che fine ha fatto Milva? La malattia e quel vizio del fumo…

Milva ha da poco compiuto 80 anni, ma nonostante la malattia l’abbia messa a dura prova, lei resiste e fuma ancora. Per festeggiare questo traguardo, dopo una vita di grandi successi, si è raccontata in una lunga intervista al “Corriere della Sera”, di cui riportiamo qualche passaggio.

[PHOTO CREDIT FACEBOOK]

Nonostante la malattia Milva fuma ancora

Di seguito un passaggio dell’intervista che Milva ha rilasciato al “Corriere della Sera” in occasione dei suoi 80 anni, compiuti nel luglio scorso. 

Ha appena acceso una sigaretta. Irriducibile?
«Mi dà piacere fumare».

A parte il fumo che cosa le dà ancora emozioni?
«Fumare non è un’emozione, è solo un piacere, un piccolo vizio se vuole. Trovo delle emozioni nella musica, in un’opera d’arte, nell’affetto profondo dei miei familiari e nelle persone che mi sono vicine, nei tortellini come li faceva mia madre… e nel dormire bene».

Quali figure sono state determinanti per la sua vita artistica?
«Parecchie ma in fondo non moltissime: mio marito, Maurizio Corgnati; il regista Giorgio Strehler; Astor Piazzolla e, per altri versi, Franco Battiato, Enzo Jannacci e Luciano Berio. Un’altra persona alla quale devo molto è Klaus Ebert, il mio primo produttore discografico in Germania e alcuni altri».

Le manca il palcoscenico?
«Sempre e mai. Fra i sogni, qualche volta è un incubo ma anche un bisogno e una missione che, a mio modo, credo di aver compiuto».

Una cantante senza tempo

Ilva Biolcati, in arte Milva insieme a Mina e Ornella Vanoni è una tra le più grandi cantanti del nostro tempo…

Stupiva la sua capacità di incantare il pubblico tedesco con i Lied cantati in lingua originale. Lucida, disturbata da due fratture del femore, esce poco. Così Milva si racconta …Ha avuto onorificenze in Francia, in Germania e in Italia. Raiuno l’ha celebrata qualche sera faa Techetecheté, Goro invece la festeggia sabato 20.

Loading...
Загрузка...