Luigi di Maio al mare con la fidanzata: lato B in mostra, si vede tutto [FOTO]

Il settimanale “Chi” ha fotografato il vicepremier Luigi Di Maio lontano dagli abiti del politico. Il ministro, per il week end, se ne è in vacanza in Costa Smeralda con la fidanzata Virginia Saba, in pieno relax costituito di incontri in piscina e pranzi in ristoranti lussuosi. Tra le attività anche un giro in barca con gli amici e una serata in discoteca. Il settimanale li ha addirittura definiti “sirenetti“.

Virginia Saba: lato B in mostra, prova costume superata [FOTO]

I due hanno passato un week end d’amore e spensieratezza, anche grazie alle acque limpide della Sardegna. Virgina ha avuto l’occasione di incontrare la sua famiglia e di mettere in mostra un bel lato B in gran forma: negli scatti indossa un costume bianco che la mostra in forma e tonica. La Saba supera a pieni voti la prova costume, osando con un micro-bikini che lascia poco spazio all’immaginazione. Non si direbbe lo stesso del vicepremier, capo del partito politico più stellato di sempre. Un fisico sformato, nonostante i mille impegni che il ministro del lavoro è costretto a compiere. 

Quanto guadagnano Salvini e Di Maio: lo stipendio dei due vicepremier

Quanto guadagnano Salvini e Di Maio? La domanda è destinata a suscitare non poca curiosità nei cittadini, che spesso non prendono di buon grado gli elevati costi della politica italiana. Il sito web Quifinanza ha fatto i conti in tasca ai due vicepremier – Matteo Salvini e Luigi Di Maio – cercando di prendere in considerazione tutte le voci che compongono i loro compensi. Prima di tutto bisogna contare i 100 mila euro di stipendio annuo. I due non percepiscono indennità come vicepremier bensì come membri del parlamento: a Salvini spettano 10385 euro lordi al mese come senatore, a Di Maio 10435 come deputato. La diaria (ovvero il rimborso spese per la loro permanenza a Roma) ammonta poi a 3503 euro per i deputati e a circa 3500 per i senatori. Ovviamente non finisce qui: bisogna aggiungere un rimborso spese di circa 4140 euro al mese al senato e di 3690 alla Camera. Viaggi e telefono, infine, arrivano a 15300 euro l’anno per i deputati e a 19800 per i senatori. Solo ora si può fare la somma.

Il totale dello stipendio arriva ad una cifra compresa tra i 326 e i 336 mila euro l’anno. Ovviamente Di Maio può decidere di restituire una parte, secondo quanto approvato nel Codice di Comportamento del Movimento 5 Stelle. Strano a credersi ma se si fa il paragone con Giuseppe Conte quest’ultimo ne esce sconfitto. Conte, in quanto Premier, guadagna ‘solo’ 124600 euro lordi all’anno, ovvero circa 7000 al mese. I suoi colleghi europei sono molto più fortunati: in Germania al cancelliere spettano circa 300000 euro, in Austria 266166 e in Lussemburgo 225600. Non c’è che dire: in Europa la politica non costa molto meno, per la gioia (e il privilegio) dei diretti interessati.

 

 

Comments

commenti