Fiorello e la dichiarazione scioccante: “17 mila euro per 2 minuti? Troppo pochi”

Una dichiarazione scioccante di Fiorello, ha fatto tremare tutti i suoi fan. L’artista ha infatti commentato alcune indiscrezioni sul suo conto, affermando” 17 mila euro per 2 minuti? Troppo pochi“. La frase dello showman siciliano è seguita però, ad alcune affermazione sul suo conto che il conduttore, non ha particolarmente gradito. Ma, come di consueto nel suo stile, Fiorello ha voluto sdrammatizzare con ironia

Sui suoi profili social infatti, Fiorello, ha voluto commentare un articolo sul suo conto. In diverse pagine di quotidiani nazionali infatti si legge da alcuni giorni che l’artista siciliano, avrebbe in atto una trattativa con viale Mazzini per sostituire Fabio Fazio su Rai Uno. 

La reazione scioccante di Fiorello

Oltre all’indiscrezione, che al momento Fiorello ha voluto smentire, una cosa in particolare ha lasciato sbalordito Rosario Fiorello. L’artista infatti si è scioccato, quando leggendo un titolo, tra i tanti che affrontano il caso, ha letto che la Rai gli avrebbe riservato un compenso di 17mila euro per solo due minuti di apparizione in rete. Con l’ironia che lo contraddistingue però, lo showman, ha scherzato sulla cosa e smentendo l’affermazione ha scherzato dicendo: “Ma come, così poco? I miei fan penseranno che mi sto svendendo. Io sono come Cristiano Ronaldo”. Ma dopo l’ironia, arriva l’affermazione schietta e pesante: “Se sto lontano dal servizio pubblico un motivo ci sarà“.

Fiorello sostituirà Fabio Fazio?

Non c’è pace per Fabio Fazio. Il conduttore di Che Tempo Che Fa sembrerebbe essere al centro di uno scacchiere più grande di quello che realmente si ipotizzava. 
Secondo quanto riportato da Dagospia, ci sarebbe in gioco una clamorosa manovra. Stando alle ultime indiscrezioni, c’è un progetto molto più ampio dietro che prevede che al posto di Fazio ci sia il comico Rosaio Fiorello. Stando a queste voci, sembrerebbe infatti  che a Fiorello, l’ad Salini voglia affidare proprio il lunedì sera, cioè lo spazio lasciato vacante da Fabio Fazio dopo il taglio del suo spin off.

Tra politica e “censura”, la polemica continua

Salini, notoriamente vicino al partito del Movimento Cinque Stelle, non ha per nulla gradito la presa di posizione dispotica. E, a molti, questo fa storcere il naso, dato che ricorda la diatriba in atto ai vertici del governo. La Lega non vede di buon occhio Fabio Fazio e questo non è certo un mistero: lo stesso ministro dell’Interno, Matteo Salvini, non ha mai mancato di esprimerlo. Dall’altra parte, il partito pentastellato, invece, sembra aver placato le sue ostilità nei confronti del conduttore. Alessandro Di Battista ha addirittura preso le difese di Fazio, dicendo
Deve continuare a condurre la sua trasmissione. La politica non deve mettere bocca. Vorrei che Fazio e Vespa guadagnassero il giusto, senza aggirare il tetto per gli stipendi. Ma gli editti bulgari li fanno gli altri.
Addirittura Silvio Berlusconi si è sentito in dovere di difendere Fabio Fazio, contro questo tentativo di epurazione. Il cavaliere, ha infatti dichiarato: “Se avessi tolto io tre puntate a Fazio, sarebbe stato un inferno. C’è un contratto e i contratti vanno rispettati”.

Comments

commenti