Anna Foglietta contro Sanremo: “Non è stata un’esperienza indimenticabile”

Lo strascico delle polemiche di Sanremo non si arresta, la conduttrice del DopoFestival non fa sconti a nessuno e dice la sua sul programma, i conduttori e le polemiche intorno al caso “Ultimo”: “A me Baglioni piace sempre, non riesco a criticarlo. Bisio, invece, secondo me non è riuscito a esprimersi per quello che è e per come voleva: è un grandissimo mattatore ma è partito con il piede sbagliato e non è riuscito a sbloccarsi. Virginia Raffaele è riuscita a dimostrare, in parte, la sua verve da prima donna. Rispetto a Bisio l’ho vista più morbida, più allineata a un certo tipo di intrattenimento. Non mi sono piaciuti gli sketch, alcuni erano imbarazzanti. Ultimo, invece, deve stare calmo“.

Anna Foglietta è stata la protagonista di uno di questi sketch ed anche, suo malgrado, la protagonista di una gaffe. Durante una delle serate del Dopo Festival (in cui presentava come conduttrice affiancata da Rocco Papaleo e Melissa Greta Marchetto) la Foglietta mostra un cartello scritto da lei al rapper Achille Lauro: “Qual è il tuo tallone di Achille?”. Peccato che la versione della Foglietta contenesse un apostrofo di troppo (“qual’è”).

Pochi minuti dopo un’altra papera: “Per essere un genio non ti devi conformere alle regole”. Frase che la conduttrice ha rapidamente corretto nella giusta dicitura. Il popolo di Twitter è stato il primo a scatenarsi ed è stato anche quello più infervorato nel giudizio sugli scivoloni della Foglietta, tanto da tirare nuovamente in ballo anche l’Accademia della Crusca.

 

Comments

commenti