Domenica In, Il Volo non si presenta: imbarazzo per Mara Venier

Ieri pomeriggio a Domenica In, il programma condotto da Mara Venier, ci sono state molte assenze. Come ogni anno, viene mandata in onda una puntata di Domenica In dedicata al Festival di Sanremo, e i cantanti che hanno gareggiato vengono ospitati.

Il Festival di Sanremo 2019 è stato spesso polemizzato e molti sono stati i cantanti che non si sono presentati alla trasmissione di Mara Venier. Anche il gruppo Il Volo non ha preso parte alla puntata speciale di Sanremo. La conduttrice Mara Venier avrebbe dovuto intervistarli e farli cantare nuovamente sul palco dell’Ariston.

I tre ragazzi, Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble, si sono aggiudicati i terzo posto, dopo Mahmood e Ultimo. La canzone Musica che resta, scritta dalla rocker italiana Gianna Nannini, è stata molto apprezzata dal pubblico e dai giornalisti, ma non tanto da vincere il Festival. Il Volo, proprio quest’anno, festeggia i dieci anni di carriera ed è alla seconda partecipazione a Sanremo, dopo la vittoria con il brano Grande Amore.

Mara Venier ha annunciato la loro assenza al programma Domenica In e da lì sono nate un po’ di polemiche.

Viene mandato in onda un video dove i tre ragazzi annunciano la loro assenza, non potendosi esibire sul palco di Sanremo. Il motivo? I ragazzi hanno dovuto lasciare l’Italia per recarsi a Berlino e mantenere un impegno importante.

Nasce la polemica per l’assenza de Il Volo

La loro assenza ha fatto nascere molte polemiche. Dopo Arisa sarebbero dovuto entrare i ragazzi de Il Volo, ma anche loro come altri cantanti, tra cui Ultimo e Loredana Bertè,  non si sono presentati.

Il motivo della loro mancata partecipazione sembra non essere veritiero, in quanto il tour inizierà il 15 maggio in Giappone. Quindi i ragazzi avrebbero potuto fare uno sforzo e presentarsi da Mara Venier. 

Il Volo durante questa edizione del Festival è stato  attaccato molte volte dai giornalisti. La critica musicale Marinella Venegoni ha definito la loro musica “di seconda mano e senza novità, vecchi per il nostro Paese e apprezzata solo all’estero”. Alcuni hanno definito la loro musica “troppo vecchia e fin troppo classica“. Il trio però ha sempre goduto dell’affetto del pubblico numerosissimo e di uno straordinario successo mondiale.

Comments

commenti