Maria Sestina Arcuri morta cadendo dalle scale: indagato il fidanzato

Maria Sestina Arcuri aveva 26 anni e tutta una vita davanti a sé. La sua esistenza si è spezzata improvvisamente dopo una caduta dalle scale. Ventiquattr’ore di agonia poi il decesso avvenuto a Ronciglione in provincia di Viterbo.

La ragazza era calabrese ma viveva e lavorava a Roma, zona quartiere Africano, per un noto parrucchiere. La notte del 4 febbraio, giorno in cui è avvenuto l’incidente, si trovava nel Viterbese a casa della nonna del suo fidanzato, un ragazzo romano di 30 anni. 

La dinamica dei fatti

Maria Sestina e il fidanzato rientrano a casa nella notte di lunedì, dopo aver passato l’intera serata di domenica in un pub e poi a dormire, ma prima quella caduta dai gradini che portano al secondo piano della casa.

Lei aveva insistito per tornare a letto; questo, almeno, avrebbe dichiarato in un primo momento il fidanzato che, fin da subito, ha parlato di un incidente. Dopo qualche ora sarebbe stato lui a chiamare l’ambulanza che ha portato Maria Sestina d’urgenza all’ospedale Belcolle di Viterbo.

Qui la ragazza sarebbe arrivata già in condizioni gravissime lunedì all’alba: non ha più ripreso conoscenza fino a martedì pomeriggio, quando è morta in rianimazione. I genitori della ragazza hanno acconsentito all’espianto degli organi.

Fidanzato interrogato dagli inquirenti

La Procura di Viterbo ha disposto un’autopsia, per fugare ogni dubbio. Non sembra chiara, infatti, la dinamica della caduta. I carabinieri, che al momento parlano di un fatale incidente, vogliono considerare ogni pista. E controllare ogni possibile indizio. 

Intanto il fidanzato della giovane è stato sentito dalle Forze dell’Ordine come persona informata sui fatti. Risulta, al momento, indagato ma si tratta di un atto dovuto.

Comments

commenti