Roberto Bolle nudo diventa icona sexy

Roberto Bolle ha inaugurato il 2019 con uno show in diretta sul piccolo schermo. Il ballerino ha fatto record di ascolti con il suo Danza con me è ha confermato il successo ottenuto nel 2018. Al settimanale Nuovo l’ètoile di fama mondiale ha raccontato: “Il risultato ha superato ogni prospettiva”. Nella lunga intervista rilasciata al settimanale il danzatore ha spiegato inoltre. “Ho sempre creduto e lottato per una danza che sapesse parlare a tutti, senza alcun limite. E cominciare l’anno con l’arte è il miglior augurio che ci si possa scambiare”. Bolle è stato definito icona sexy ed eletto a vero sex symbol. Il ballerino però su questa definizione spiega: “La bellezza è un concetto molto legato alla danza. Noi ballerini siamo educati al bello universale. Io un sex symbol? Me lo dicono spesso: quando capita arrossisco, però sono anche lusingato. Eppure, quando mi prendo cura di me stesso, penso soprattutto alla mia salute. E al benessere del mio corpo, che per me è come se fosse una macchina”. 

Il successo di Danza con Me

Fulcro del programma di Bolle, anche quest’anno, la grande danza del ballerino e dei suoi Friends. Star del balletto giunti da ogni angolo del globo che si misurano quest’anno con i grandi nomi soprattutto della coreografia contemporanea. Come John Neumeier, Christopher Wheeldon,Wayne Mc Gregor, Christian Spuck e Mauro Bigonzetti. Ma non mancano incursioni nel classico, come un grande affresco del balletto delle feste natalizie per eccellenza, Lo Schiaccianoci, nella versione pensata per le giovani dell’Accademia della Scala di Milano di Frédéric Olivieri. Tra le grandi partner di Bolle in questa nuova avventura, un nome su tutti: Alessandra Ferri con la quale si esibirà per la prima volta in tv in uno struggente passo a due. E poi artiste di primissimo livello come Polina Semionova – Prima Ballerina del Teatro di Berlino nonché interprete del sensuale passo a due sotto la pioggia Passage nella passata stagione –Melissa Hamilton (Prima Solista al Royal Ballet di Londra), Elisa Badenes (Prima Ballerina del Balletto di Stoccarda), Nicoletta Manni e Virna Toppi (entrambe Prime Ballerine del Teatro alla Scala di Milano) e Alexander Riabko (Primo Ballerino del Balletto di Amburgo).

Cosa vi siete persi…

Eccellente anche la presenza della rappresentanza di altre danze cui Roberto Bolle si dedica nella sua OnDance, la grande festa della danza che ha istituito nell’estate del 2018 a Milano, ma che non si fermerà solo qui il cui mood è letteralmente “invadere la città con il ballo”. Ecco allora spuntare tra il cast di ballerini classici, Neguin campione mondiale di street dance della Red Bull Bc One e gli straordinari Vincenzo Fesi & Remy Kouakou Kouame, tra i più acclamati danzatori di swing. Molti anche i pezzi corali di grande impatto con ballerini provenienti da tutto il Paese.

Tra i pezzi inediti un tributo ad un grande artista, Niccolò Paganini, che diventa omaggio ad una città intera, Genova. Qui Bolle, coreografato da Mauro Bigonzetti, interpreta le 11 variazioni del Capriccio 24: una successione serrata di note ed emozioni che si rifà direttamente all’installazione della Mostra “Paganini Rockstar”, ideata e organizzata da Palazzo Ducale di Genova. A lanciare questo balletto non potevano che essere Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu con una dedica appassionata e dolente dove il ponticello del violino del famoso virtuosista diventa simbolo di un altro ponte che non c’è più ma che continua ad essere centrale.

Comments

commenti