Raccolgono muschio per fare il Presepe: quello che trovano è sconvolgente

Incredibile quello che è successo ad un allegra famiglia in un bosco delle campagne dell’alta italia. Tutti insieme, madre padre e tre figli, avevano deciso di trascorrere un pomeriggio diverso andando in giro per i folti boschi a cercare del muschio. L’intento dunque era quello di raccogliere del muschio fresco per poter adornare il presepe. Purtroppo però la famiglia non aveva fatto i conti con le insidie che può nascondere un bosco tanto rigoglioso. Infatti, quello che hanno trovato sotto alcune rocce è da brividi. Il figlio minore scovando a fondo nel bosco ha raccolto del muschio ed è spuntata una biscia. Tanta paura, ma per fortuna niente di grave. 

Raccolgono funghi nel bosco e trovano qualcosa di raccapricciante

Due signori di mezza età si recano nel bosco della Val di Fiemme per raccogliere funghi e quello che scoprono è terrificante. In Italia vi sono diverse località, ottime per la raccolta dei funghi, un ingrediente prezioso per preparare piatti deliziosi. il Trentino Alto Adige offre, oltre lo scenario pazzesco, anche degli ottimi posti dove poter trovare funghi di ottima qualità. Due signori sulla cinquantina, proprietari di un ristorante a conduzione familiare, hanno deciso di intraprendere una passeggiata nei boschi con il proposito di procurarsi dei funghi per la loro cucina. I due malcapitati, però, non si rendono conto di essersi recati in un territorio dove gli orsi sono soliti vagare. 

Infatti, mentre i due uomini procedevano alla raccolta, si trovano di fronte una scena terrificante: un orso bruno che li fissava da lontano. Fortunatamente, dopo aver parcheggiato erano rimasti nei paraggi del loro furgoncino, che sono riusciti a raggiungere in poco tempo con uno scatto felino. Tanta paura per i due uomini, che affermano essersela vista brutta.

Bambini raccolgono pinoli nel bosco: la scoperta è agghiacciante

Nell’ambiente naturale alto collinare e montuoso oltre 500 metri sul livello del mare, tra l’Etna, i Nebrodi e l’Alcantara, c’è la possibilità di incontrare a distanza ravvicinata una vipera. Pertanto, ci potrebbe essere il rischio – sebbene remoto – di rimanere vittima del suo morso che rarissimamente mette in pericolo di vita la persona malcapitata. Nel territorio di Randazzo questo rettile è molto diffuso, tant’è che in passato rappresentava una fonte di reddito. Quest’anno, le prime segnalazioni di avvistamenti nel territorio comunale di Randazzo sono giunte alla fine di aprile da parte sia di escursionisti, sia di operai forestali. 

Comments

commenti