Valentina Vignali: la battuta shock che fa infuriare il web

Valentina Vignali nell’occhio del ciclone

“La dieta Auschwitz non la faccio manco se mi pagate”. E’ stata questa la frase infelice che ha scatenato l’ira del web contro la cestista ed ora influencer Valentina Vignali. Quella che ha fatto è stata sicuramente una battuta piuttosto infelice e riuscita malissimo. Tutto è successo mentre la Vignali stava spiegando sul suo profilo Instagram, i segreti della sua forma smagliante. Uno dei segreti della sua forma smagliante è un’alimentazione che comprende prodotti dietetici che lei stessa sponsorizza sui social. Nonostante questo però, Valentina Vignali ha spiegato che non rinuncerebbe mai ai piaceri della vita, fra cui appunto il cibo.

 

Una battuta che offende la memoria di chi ha vissuto l’orrore dei campi di sterminio. Dopo aver fatto la battuta riguardo la “dieta di Auschwiz”, la Vignali ha inquadrato un armadietto della cucina pieno di cibo. Questo riferimento ai campi di sterminio in Polonia, ha fatto infuriare parecchi utenti di Instagram che l’hanno subito presa di mira.

La reazione della comunità ebraica

Ad esprimere il proprio sdegno nei confronti della Vignali, è stato anche Daniele Regard, esponente della comunità ebraica a Roma che su Facebook ha scritto: “Lei è Valentina Vignali, influencer molto famosa con quasi 2mln di follower su Instagram. Oggi parlando di diete, la Vignali ha tirato fuori questo commento da vomito. Il problema non è solo la sua totale ignoranza becera, ma che giovanissimi che la seguono leggano una cosa simile, banalizzandola. Ecco signorina Vignali, spero che le arrivi questo messaggio: ad Auschwitz le persone morivano di fame perchè trattate peggio delle bestie. Erano lì solo per il fatto di essere considerate diverse. Lei non lo sa o forse lo sa ma è così idiota da usare Auschwitz per farsi pubblicità. Spero con tutto il cuore che chi la segue non la prenda come esempio perchè quello che manda è un messaggio drammaticamente sbagliato. Influencer de che?”

La risposta della modella e giocatrice di basket è stata immediata. Ha cancellato il post incriminato e ha poi aggiunto: “Ho usato un termine improprio con leggerezza e mi spiace se è stato offensivo. Sicuramente non era mia intenzione, dato che quest’anno invece di andare ad Ibiza sono stata in Austria in vacanza a vedere tra tante cose anche i campi di concentramento”.

Valentina Vignali e la battaglia contro il cancro

La Vignali è molto presente sui social e spesso racconta della sua vita privata, tra cui la malattia che l’ha colpita qualche anno fa. Giorni fa infatti, ha pubblicato sui social uno scatto che risale a circa 5 anni fa, quando fu operata per sconfiggere il cancro alla tiroide: “Non tutti vincono la battaglia. Io sono ancora qua e questa di sicuro è la partita più bella mai vinta”. Combattere e vincere. Questa sono le prime “regole” che si imparano quando si inizia a praticare uno sport. E queste due parole Valentina Vignali le conosce molto bene.

Cinque anni fa, le è stato diagnosticato un cancro alla tiroide. Malattia che è riuscita a sconfiggere come una vera guerriera e che le ha fatto «rivalutare tante cose della vita ». Nel giorno dell’anniversario del suo intervento, ha pubblicato una foto su instagram che non aveva mostrato a nessuno. «No, questa non l’avevate mai vista. In realtà l’hanno vista in pochi, forse quasi nessuno. Ero uscita da poco dai ferri, occhi e faccia gonfia e avevo appena smesso di piangere. Senza motivo. È stato un selfie speciale, l’ho inviato a una persona per far sapere: eccomi sono ancora qui, ce l’ho fatta anche stavolta», scrisse Valentina sul social.

Comments

commenti