Roma, il mistero della città dei morti: i fantasmi di Ponte Galeria

La città fantasma di Galeria Antica

C’è un luogo a pochi chilometri da Roma, che in pochi conoscono e coloro che la conoscono la definiscono “città perduta” o “città morta“. E’ questo l’appellativo comune che molti danno al vecchio borgo di Galeria. E’ un soprannome azzeccatissimo, perché si tratta di un paese non solo abbandonato e svuotato, ma semi-distrutto e immerso nella vegetazione. Tutte queste caratteristiche gli conferiscono un fascino degno dell’ambientazione di un romanzo horror. Galeria Antica, si trova a poche centinaia di metri da Santa Maria di Galeria, un borgo pittoresco immerso nella campagna laziale e spesso usato come set cinematografico.

Per trovare Galeria Antica, occorre lasciare l’auto e avviarsi lungo un sentiero immerso nella vegetazione. Piano piano che si sale, si iniziano a scorgere i primi ruderi della città perduta, riconosciuta ufficialmente come Monumento Naturale da Rete Natura 2000. Galeria è disabitata da poco più di due secoli, ma l’interesse che scuote su di essa è ancora davvero molto.

Si trova immersa nell’Agro Romano, a nord della Capitale. In questa città sperduta veramente, sono arroccate su uno sperone tufaceo, ad ovest del Fiume Arrone. Questo sperone a forma quadrangolare, costituiva un tempo una difesa naturale. Galeria Antica, è abbandonata da circa due secoli e in questo lungo periodo anche la vegetazione ha preso il sopravvento in tutta l’area. Così facendo, si è creato un ecosistema davvero unico nel suo genere. Infatti, tra ruderi e rovine, possiamo ammirare specie vegetali molto interessanti tra cui lecci e aceri, cerri e ontani.

Loading...
Загрузка...

Proprio per questa loro maestosità e bellezza, nel 1999, le rovine di Galeria Antica sono state dichiarate Monumento Naturale dalla regione Lazio. Questo posto, fu anche visitato dall’archeologo inglese Thomas Ashby, che vi passò a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo.

L’inquietante storia di Galeria Antica

Ci sono due versioni differenti riguardanti Galeria Antica. La prima afferma che la città fu fondata dall’articolo popolo dei Galerii di cui però non conosciamo molto la loro storia. L’altra è data da alcuni ritrovamenti etruschi che lasciano pensare all’ipotesi che Galeria Antica fi fondata dagli etruschi e che all’epoca si chiamava Careia. La testimonianza è data dalla presenza di piccole necropoli con tombe a camera sparse qua e la ed alcuni resti di mura all’interno delle abitazioni.

Le origini del borgo di Galeria si perdono nel tempo e probabilmente il luogo fu abitato già da epoche remotissime vista la sua posizione strategica. Alcune fonti bibliografiche usate apposta per ricostruire la storia di Galeria, sono confuse e contraddittorie, come abbiamo detto pocanzi. Intorno alla metà del XVIII secolo, gli abitanti del luogo, iniziarono a morire in modi abbastanza strani e misteriosi. Ad oggi, con gli studi fatti, possiamo ritenere che quelle morti sospette furono dovute ad un’epidemia di malaria. Una malattia non rara in una zona che all’epoca si presentava invasa da più punto dall’acqua che esondava dal torrente Arrone.

Quello che ancora oggi non si riesce a capire, è il motivo per il quale la città fu abbandonata così precipitosamente da lasciare nel posto non solo attrezzi e suppellettili ma persino i cadaveri dei loro cari. I corpi infatti, furono rinvenuti solo agli inizi dell’800 e furono sepolti solo mezzo secolo più tardi. Inoltre, gli abitanti di Galeria, rimasti in poche decine, decisero di trasferirsi a solo 1 km da Galeria, fondando il borgo chiamato Santa Maria di Galeria Nuova.

Ecco alcune immagini di oggi

Comments

commenti

Загрузка...
Loading...