Superenalotto: tutta la storia, le curiosità, i vincitori e i premi più alti

Tutti ne parlano, (quasi) tutti ci hanno giocato almeno una volta, in molti sognano il super premio, ma come funziona e qual è la storia del SuperEnalotto? Tra i più noti giochi d’azzardo, è gestito dalla SISAL (importantissima azienda che opera nei settori del Gioco e dei Servizi a Pagamento) e nel 1997 ha preso il posto del vecchio Enalotto. A chi si deve l’invenzione di questo celeberrimo gioco? Il suo ideatore fu Rodolfo Molo, ex presidente di SISAL e figlio di Geo Molo, tra gli inventori del Totocalcio.

Come funzionava il Superenalotto?

Il regolamento originario del Superenalotto, non è facilissimo da comprendere; o meglio è quasi più facile giocare che parlarne. La combinazione vincente, come in precedenza per l’Enalotto, era legata alle estrazioni del lotto e composta dai primi numeri estratti delle ruote di Bari, Firenze, Milano, Roma, Napoli e Palermo. Qualora il primo numero estratto in una di quelle ruote fosse stato uguale a un precedente primo estratto, si considerava valido ai fini del gioco il secondo numero di tale ruota, e così via fino al quinto. Tale metodo di determinazione della sestina vincente presentava una piccola falla: la poca probabilità di vincere il montepremi previsto per il “6”. 

Il nuovo regolamento

Dal 1º luglio 2009 entra in vigore il nuovo regolamento. La combinazione vincente del Superenalotto e i numeri Jolly e SuperStar non dipendono più dai numeri estratti sulle ruote del Lotto, ma da due estrazioni separate: una determina la sestina e il Jolly e un’altra per il SuperStar. Qualcuno ricorderà negli anni ’90 le estrazioni del Lotto in diretta nazionale in onda sulla Rai, mentre oggi le estrazioni si effettuano mediante macchine a mescolamento pneumatico. Il Superenalotto, a differenza del Lotto, e questo va ricordato, è un gioco a vincita variabile. Il montepremi viene infatti suddiviso il 5 categorie di vincita e poi diviso tra i vincitori delle singole categorie. La vincita dunque da cosa dipende? Dal montepremi, ma anche dagli altri vincitori della stessa categoria. 

Chi ha vinto il primo Jackpot della storia: il “caso” del 1998

La prima maxi-vincita (che comprendeva quini il montepremi e il Jackpot), risale a più di 16 miliardi di lire. Il fortunato fu uno scommettitore di Forlì il 27 giugno 1998. Il primo “sei” invece è stato indovinato il 17 gennaio 1998 a Poncarale, in provincia di Brescia. Il vincitore si è aggiudicato ben 11.807.025.000 lire. Una caso che è passato alla storia si è verificato il 31 ottobre dello stesso anno a Peschiciin in provincia di Foggia: 100 persone giocarono un sistema vincendo 63 miliardi di lire.

Tutti i vincitori della storia del Superenalotto

Un altro caso particolare si verificò a Bitonto: due “sei” nella stessa ricevitoria che fruttarono in totale quarantaquattro miliardi di lire. Il 31 gennaio 2009 invece la sestina vincente fu azzeccata da 5 vincitori che vinsero ciascuno 7.947.183,69 € e nella stessa estrazione vi furono anche 2 vincitori con 5 punti + Jolly (“5+1”) che si aggiudicarono 499.459,58 € ciascuno. 

Le vincite più alte della storia del Superenalotto

La più alta vincita mai realizzata ammonta a ben 177.729.043,00 €. Ottenuta il 30 ottobre 2010 con un sistema da 70 quote distribuito in tutta Italia. Per quanto riguarda la singola vincita più alta, il 27 ottobre 2016 a Vibo Valentia, con una schedina da appena 3 euro vengono vinti ben 163.538.706,00 €. Non finisce qui. Il giocatore in quell’occasione ha indovinato anche il numero Superstar (con una probabilità di 1 su 56.035.316.700!), ottenendo un ulteriore bonus di 2 milioni di euro. La sua vincita finale si attestava dunque a 165.538.706,00 €, seconda vincita più alta nella storia del SuperEnalotto. Il montepremi più alto nella storia delle lotterie europee appartiene all’EuroMillions. Il 3 febbraio 2006 la lotteria, estratta a Parigi, ha distribuito ben 183 milioni di euro a tre vincitori, due francesi e un portoghese. Il SuperEnalotto detiene invece il primato della più alta vincita mai aggiudicata da una singola persona in Europa.

Un nuovo regolamento 

A partire dal 2 febbraio 2016, il regolamento del SuperEnalotto è cambiato nuovamente. Oggi infatti e si può vincere anche con il “2”. Inoltre, sulla ricevuta di gioco è stampato un “quadrato magico” con 4 numeri. Se questi sono presenti fra quelli delle giocate, si ha diritto ad una vincita immediata da 25 euro. Il prezzo per ogni singola combinazione è di 1 € (fino a gennaio 2016 era di 0,50 €). 

Come si può vincere al Superenalotto

Oggi con SuperEnalotto si può vincere indovinando: due numeri, tre numeri, quattro numeri, cinque numeri, cinque numeri più il numero jolly (5+1) e sei numeri della combinazione base. La giocata minima si ottiene combinando sei numeri per un importo pari a 1 €. Si possono mettere in gioco fino ad un massimo di 27.132 combinazioni per un importo pari a 27.132 €.

Un’ultima curiosità

Radicato ormai nella cultura di massa, ci sono anche tre film che trattano l’argomento sul gioco del SuperEnalotto. Fantozzi 2000 – La clonazione nel 1999, con Paolo Villaggio, Il Grande Botto nel 2000 e Baciato dalla fortuna nel 2011 di e con Vincenzo Salemme.

Comments

commenti