Caterina Balivo: Vieni da me è un plagio? Scoppia il caso in Rai

Vieni da me, il nuovo programma di Caterina Balivo, dopo le difficoltà iniziali, sembra adesso stia risalendo la china. Nonostante ciò, non si placano le polemiche e sono in arrivo nuovi problemi per la bella conduttrice campana. Dopo le polemiche sul budget a disposizione del programma, troppo elevato secondo alcuni, adesso arrivano anche le accuse di plagio. La nuovissima trasmissione di Caterina Balivo è evidentemente ispirata ai talk show americani, ma l’inserimento di una nuova rubrica sta facendo ipotizzare che il programma è un plagio del celebre show di Ellen De Geners. A lanciare l’ipotesi è il giornale Il Fatto Quotidiano, che si domanda se la Rai paghi o meno i diritti d’autore.

I due programmi sarebbero “identici” e la somiglianza dei format è diventata palese con l’inserimento di uno spazio nuovo intitolato  “il té delle principesse”. In questa novità troviamo due gemelline come inviate speciali e “in quanto principesse possono andare dove vogliono in tutto il mondo e fare le domande che vogliono a personaggi famosi” – così Caterina Balivo annuncia l’ingresso in studio delle piccole Camilla e Corinne. Il nuovo spazio è stato inaugurato con Albano CarrisiIndirizzate dagli autori, le graziose gemello incominciano a sferrare una serie di domande al tenore e sempre più re del gossip nostrano: “Tu sei quello del video di Rovazzi?”, “Mia nonna vuole che tu e Romina vi rimettete insieme”, “Il primo bacio con Romina?”, “Perché vi siete lasciati?”, “Sei ricco?”

Secondo Il giornale questo spazio di Vieni da me è identico a quello trasmesso all’Ellen DeGeneres Show con le gemelle Sophia Grace e Rosie che nella versione originale hanno intervistato vere e proprie star come Taylor Swift a Justin Bieber. Così si legge: “Di ‘nuovo’, come detto dalla Balivo, non c’è nulla. Così come lo studio richiama alla versione originale o gli altri giochi testati nel corso delle settimane arrivano proprio da oltreoceano. Ma del resto Vieni da me è dichiaratamente ispirato (o copiato?) al famosissimo show cult negli Stati Uniti. Sorge dunque spontanea una domanda: la Rai paga i diritti alla Telepictures, società controllata dalla Warner Bros che produce lo show americano? Dopo aver visionato alcune puntate disponibili su RaiPlay ci siamo accorti che nei titoli di coda delle prime puntate si precisava che il: ‘Programma è basato su un format di A Very Good Production in association with Telepictures e licenziato da Warner Bros International Television Production Limited.’ Una dicitura che è poi scomparsa dai titoli di coda che ora si limitano a precisare che il programma è prodotto dalla Rai in collaborazione con Magnolia”. 

Insomma l’accusa è che Vieni da me sia un vero e proprio plagio del programma americano e così il giornalista Giuseppe Candela è andato ancora più a fondo, riportando la questione ai vertici Rai. Dopo giorni d’attesa la Rai ha risposto che per Vieni da me si pagano dei diritti, ma solo alla Magnolia. La Rai non scende nei dettagli, mentre la Magnolia ha optato per il silenzio. Come mai? Forse perché i costi dei diritti pagati sono molto elevati o perché non sono stati pagati? Ovviamente qualsiasi sia la verità, in questo caso Caterina Balivo non ha nessuna responsabilità.

Caterina Balivo

Photo Credits Facebook

Comments

commenti