Roberta Ragusa ipotesi scioccante corpo: si trova in fondo ad un lago?

Si riaccendono i riflettori sul caso di Roberta Ragusa dopo l’ipotesi scioccante sul corpo: forse si trova in fondo ad un lago? A finire nell’occhio del mirino, come emerso a “La Vita in Diretta”, è lo specchio d’acqua Massaciuccoli, poco distante dall’abitazione della donna scomparsa nel nulla nella notte tra il 12 e il 13 gennaio del 2012. La madre di Gello è stata cercata in lungo e il largo e per anni sono state setacciate diverse zone limitrofe alla casa, ma il corpo non è mai stato trovato. Secondo la Procura che ha svolto le indagini Roberta Ragusa è stata uccisa dal marito, Antonio Logli, che ne avrebbe distrutto il cadavere. Entrambe le Corti di primo e di secondo grado hanno ritenuto tale rifacimento attendibile e veritiero, condannando a 20 anni di reclusione il marito di Roberta Ragusa. Fino a quando la Cassazione non si pronuncerà in merito Antonio Logli è un uomo libero, in quanto per i giudici non vi sono elementi per l’applicazione della misura cautelare detentiva (applicata quando vi è il pericolo che l’indagato possa reiterare il reato in questione, o/e possa fuggire, o/e possa inquinare le prove). Per i suddetti motivi, al momento, il marito di Roberta Ragusa ha l’obbligo di residenza nel comune di San Giuliano Terme e il divieto di allontanarsi dalla provincia di Pisa dalle ore 21 fino alle 6.

La difesa di Antonio Logli ha infatti più volte sostenuto che la donna potrebbe essere ancora in vita in quanto, a loro avviso, non vi sono prove schiaccianti che dimostrerebbero il contrario. Tesi ritenuta dalla Corte d’Appello illogica e fantasiosa. Ed è proprio dopo la sentenza di secondo grado che si è tornati a parlare del corpo di Roberta Ragusa, rispolverando alcune ipotesi.Durante “La Vita in Direttaripercorrendo i fatti principali, ci si è soffermati sul lago di Massaciuccoli: forse il corpo di Roberta si trova lì? Anche se tale ipotesi fosse veritiera sarebbe quasi impossibile trovare il cadavere della mamma di Gello, vista la presenza di pesci che popolano il lago. In passato la zona venne battuta senza alcun esito.

Le altre sconcertanti ipotesi sul corpo di Roberta Ragusa: ecco dove si potrebbe trovarsi

Recentemente la cugina di Roberta Ragusa, Marica Napolitano, aveva rivelato al settimanale “Giallo“: “Credo che Roberta, dopo essere stata uccisa, sia stata nascosta in una tomba“. Proprio sul cimitero, per anni, si è focalizzata l’attenzione dopo la ricezione di un messaggio anonimo indirizzato a “Chi l’ha visto?”, ma anche lì non è stata trovata alcuna traccia. Nei mesi scorsi la nota sensitiva Maria Rosa Laboragine, in arte Rosemary, che in passato aveva riferito di cercare Elena Ceste nell’acqua dove di fatto venne rinvenuta, aveva raccontato di aver avuto un colloquio con Roberta Ragusa. La medium sosteneva che il cadavere della moglie di Antonio Logli potrebbe trovarsi nella Buca delle Fate, sui Monti Pisani, zona però già perlustrata nel 2012. Rosemary inoltre aveva dichiarato di aver parlato con Roberta, la quale le avrebbe detto di non avere più carne. Tale dichiarazione porta subito alla memoria vecchie ipotesi, tra cui quella rivelata dal giornalista del Fabrizio Peronaci, il quale aveva svelato alcune dichiarazioni fatte da una fonte rimasta anonima. Il cadavere di Roberta Ragusa, secondo il teste, sarebbe stato cosparso di soda caustica e poi avvolto il un telo, simile a quelli che si usano per coprire le piscine.

Photo Credits Facebook

Comments

commenti