Fabrizio Frizzi sepolto a Bassano Romano: le dichiarazioni del sindaco Emanuele Maggi [ESCLUSIVA]

Migliaia di persone sono accorse nella Chiesa degli Artisti a piazza del Popolo a Roma mercoledì 28 marzo 2018 per i funerali di Fabrizio Frizzi. Successivamente il feretro è stato portato nella sua città natale Bassano Romano per la sepoltura nella cappella di famiglia. Velvet Mag ha contattato telefonicamente il sindaco Emanuele Maggi…

Qual è il suo ricordo di Fabrizio?
Ci conoscevamo da tanto tempo, visto che lui ha praticamente passato l’adolescenza qui e poi tornava spesso. Ha coltivato molti legami e aveva gli amici di una vita, oltre alla casa dei genitori. Spesso veniva a trovarmi in ufficio e proprio un anno e mezzo fa gli ho parlato del mio progetto di una raccolta fondi per sostituire le lavagne classiche con quelle multimediali. Lui ha subito fatto un bonifico spontaneamente ed ora gli allievi delle scuole elementari possono usarle davvero. Era un uomo strepitoso. A luglio aveva organizzato un concerto in piazza con gli Oceano Rex, ossia la sua band di quando era ragazzo, e tra una canzone e l’altra parlava con il pubblico, faceva tanti racconti. Era una persona bella, umile e positiva.

Dopo il funerale è stato portato a Bassano Romano per la sepoltura…
Un aspetto toccante è stato proprio quello dell’accoglienza della gente. Noi abbiamo scortato il feretro da piazza del Popolo a Roma fino a qui e abbiamo trovato persone arrampicate lungo la strada per salutarlo con cartelli con scritto “Ciao Fabrizio”, “Fabrizio ti vogliamo bene”, automobili che rallentavano per strada. Non ci ha lasciato un personaggio, ma una persona. Anche i suoi fan hanno riconosciuto la semplicità e l’umiltà.

Quando tornava a Bassano com’era il suo rapporto con gli abitanti?
Era uno di noi. Si fermava a parlare in gelateria, in tutte le attività commerciali. Era molto legato visto che la sua villa di famiglia si trova qui. Infatti è stato sepolto nella cappella di famiglia insieme alla mamma e al papà.

A Bassano Romano ci saranno delle manifestazioni per ricordarlo?
Stiamo parlando con l’amministrazione e soprattutto con la famiglia per organizzare qualcosa di importante. Vogliamo che l’immagine di Fabrizio continui ad essere presente ogni giorno. Sicuramente ci saranno delle iniziative, ma capiremo meglio nei prossimi giorni anche con i familiari.

E appunto ha avuto modo di incontrare la moglie e la figlia?
Carlotta (la moglie, ndr) sì, mentre Stella (la figlia, ndr) no. Immagino non sia facile per una bambina così piccola comprendere cosa stia accadendo. La famiglia ha affrontato questo momento con dignità, signorilità e gentilezza in un momento così difficile. E non è scontato. Fabrizio ha ricevuto l’affetto di tutta Italia, infatti mi hanno chiamato persone comuni dalla Lombardia, dalla Sicilia, dalle Marche. Una signora di 83 anni mi ha detto che ogni sera prima di cenare guardava L’Eredità perché le faceva compagna. Fabrizio rappresentava un’immagine buona e per questo motivo tutti si sono affezionati a lui. Involontariamente è stato vicino a tante persone sole. Do un grande abbraccio alla famiglia che sicuramente avrà un grande dolore, ma ricorderà anche la persona strepitosa che è stata.

Photo Credits Facebook

Comments

commenti