Lamar Odom “spernacchiato” da Kim Kardashian su Twitter

L’ex marito di Khloe Kardashian Lamar Odom, mollato dalla modella perché “beccato” a frequentare prostitute nei bordelli del Nevada, è stato così incauto da fare dell’ironia sul perché sia finito il suo matrimonio durante un programma televisivo che la sorella di Khloe, Kim Kardashian, non ci ha pensato due volte a prenderlo in giro via web. Facendogli fare una meschina figura e ricordando, a chi se lo fosse dimenticato, il passato del campione di basket tra donne e cocaina che l’ha portato a un passo dalla morte.

Non si deve mai far arrabbiare Kim Kardashian: avrebbe dovuto saperlo bene Lamar Odom, ex campione di basket, visto che è stato sposato con sua sorella Khloe per sette anni. Il ragazzo, forse per fare lo spiritoso, intervistato giovedì scorso dal canale BET sul motivo del suo divorzio dalla terza delle sorelle Kardashian, ha dichiarato: “Sapevo che le mie nozze con lei erano finite dal suo secondo o terzo giocatore di NBA”.

A quel punto alla bella Kim è salito il sangue agli occhi: toccatele tutto ma non la famiglia! Si può scherzare sul suo corpo, sul suo posteriore, sui suoi outfits scollacciati: ma guai a prendere in giro un membro della sua numerosa famiglia. Allora sì che diventa una furia e si vendica con tutto il veleno ha in corpo. Ah si? Tu, Lamar Odom, hai detto in tv che con Khloe vi siete lasciati perché lei era al secondo o terzo cestista? E io rispondo su Twitter: “Forse al secondo o terzo bordello!”, ricordando al mondo intero ti sei rovinato la carriera, e la vita, per i tuoi eccessi in fatto d prostitute, notti brave e droghe.

Da un bordello del Nevada Lamar Odom è stato addirittura salvato “in extremis” dopo aver avuto un collasso per abuso di stupefacenti. Portato in coma all’ospedale, è vivo per miracolo. Scherzi a parte, non si capisce bene perché Lamar abbia fatto “on air” una battuta tanto indelicata su Khloe, lei che negli anni del loro matrimonio è stata una moglie modello, facendo le valigie in un attimo, lasciando momentaneamente la sua famiglia e la sua casa di Los Angeles per trasferirsi con lui a Miami quando venne ingaggiato dai Miami Heat. Inoltre, durante quei suoi lunghi tre giorni di coma, è stata sempre Khloe a fargli assistenza notte e giorno nonostante i ripetuti tradimenti.

Compreso quello, in questo caso non con una prostituta, ma con l’avvocato penalista Polina Polosksy: si racconta che i due si fossero appartati da ore in una stanza dell’Hotel Roosenvelt, a Los Angeles, quando Khloe, avuta la soffiata da un amico, si è presentata in albergo cacciando via letteralmente a calci la rivale. “Le mogli mi capiranno”, aveva detto agli sbigottiti inservienti che avevano assistito alla “presa per i capelli” della Polosksy con relativo allontanamento coatto.

Quindi, in fondo, ha ragione Kim quando scrive che se i due si sono lasciati non è per i due o tre cestiti di Khloe, James Harden e l’attuale compagno da cui avrà anche un bimbo, Tristan Thompson, avuti peraltro dopo di lui ma per la passione per il sesso a pagamento e le droghe dell’uomo.

Chissà se Lamar Odom risponderà a questa “presa in giro planetaria” o farà buon viso a cattivo gioco: tra poco dovrebbe uscire il suo libro in cui ha promesso di rivelare dettagli super-imbarazzanti della famiglia più chiacchierata d’America. Che sia questo il suo modo di vendicarsi per l’affronto subito via Twitter? Oppure il modo di ritornare sotto i riflettore perché, lontano dal basket e lontano da Khloe, non è più nessuno?

Photo credits: Twitter, Best Screen Wallpaper, E Entertainment, Metro.co.uk,

Comments

commenti