O. J. Simpson: Khloe Kardashian non è mia figlia!

Per anni ha girato oltreoceano un gossip secondo cui Khloe Kardashian non fosse figlia naturale del padre Robert ma dell’allora suo migliore amico O.J. Simpson. Le chiacchiere sono nate dal fatto che Khloe è alta 1.78 cm nonostante Kris Jenner e Robert Kardashian fossero di statura medio bassa. Inoltre le altre due sorelle Kim e Kourtney sono alte rispettivamente 1.59 cm. e 1.52 cm. Dopo tanti anni di silenzio ora O.J. Simpson ha voluto smentire ufficialmente questa paternità per far cessare una volta per tutte il clamore mediatico intorno al “vero padre” di Khloe.

Non ne aveva mai parlato prima O.J. Simpson di quel pettegolezzo secondo cui lui fosse il padre naturale di Khloe Kardashian, avuta durante una relazione clandestina con l’allora moglie di Robert Kardashian, suo caro amico, Kris. L’altezza della ragazza sembrava confermare questa chiacchiera ricorrente: i Kardashians erano piuttosto bassini, le prime due figlie pure, addirittura sotto il metro e sessanta centimetri. Khloe invece era una ragazzona, dai colori diversi da quelli di Kim e Kourtney e soprattutto, le gambe molto, molto più lunghe.

Vari tabloid negli ultimi venti anni hanno pubblicato la storia improbabile di Kris Jenner che, stanca delle continue assenze del marito avvocato di successo, per via del lavoro, lo avesse “accoltellato alle spalle” cadendo tra le braccia di uno dei suoi migliori amici, O.J. Simpson, campione di football di bell’aspetto e molto latin lover. A Kris non sarebbe importato nemmeno il fatto che O.J. Simpson fosse sposato con la sua carissima amica Nicole, morta in seguito tragicamente: nel processo per omicidio l’unico imputato era proprio O.J. Simpson ma, grazie anche a Robert Kardashian, suo avvocato, venne assolto. Da quella fugace relazione sarebbe nata Khloe e la cosa, nota a tutta la famiglia, sarebbe stata nascosta per non intaccare il loro decoro e prestigio.

Qualche giorno fa però a Las Vegas un fotografo si è avvicinato a O.J. Simpson facendogli le congratulazioni per il nipotino in arrivo, visto che Khloe è al sesto mese di gravidanza. Lui senza scomporsi né dare in escandescenze si è detto sicurissimo di non essere il padre naturale di Khloe e di non entrare per nulla nelle dinamiche “genetiche” di quella famiglia. Anzi: ha ricordato l’amico Robert dicendo che, se fosse stato ancora vivo, sarebbe stato felicissimo di dare il benvenuto a un altro frugoletto.

“Comunque, se fossi stato il padre di Khloe”, ha aggiunto, “stato orgogliosissimo di questa gravidanza. Ma credetemi, non ho avuto niente a che fare con la nascita della sua mamma Khloe“. La vera figlia di O.J. Simpson, Arnelle, alla notizia della dichiarazione pubblica del padre si è fatta una ristata. “Sono sempre stata convinta che papà non fosse un “creatore di Kardashian”. E’ stato un pettegolezzo talmente surreale che probabilmente non ha fatto stare male nessuno dei diretti interessati“.

Chissà che finalmente questa dichiarazione riuscirà ad archiviare definitivamente il pettegolezzo sulla paternità di Khloe: certo, la storia di un tradimento alle spalle di un amico e di una figlia illegittima è molto più “pruriginosa” di quella di una bambina che è più alta delle sorelle perché, sicuramente, uno dei nonni lo era. Vogliamo mettere il fascino della malizia rispetto a quello della genetica?

Photo Credits: RadarOnline, UsaToday, SplashNews, NYDailyNews, NationalEnquirer

Comments

commenti