Anticipazioni Chi l’ha visto?: svolta nel caso Rapposelli nella puntata del 15 novembre

Chi l’ha visto? torna mercoledì 15 novembre alle ore 21.15 su Rai 3 con una nuova puntata. Lo storico programma, che da sempre si occupa dei casi di sparizione e cronaca nera, si soffermerà in particolare sulle novità del caso della pittrice scomparsa qualche settimana fa…

Chi l’ha visto? torna mercoledì 15 novembre 2017 alle ore 21.15 su Rai 3, in diretta dallo studio di via Teulada, in Roma con Federica Sciarelli. Lo storico programma, che da sempre si occupa dei casi di scomparsa e delle grandi inchieste di cronaca nera, si soffermerà in particolare sulle novità del capo della pittrice scomparsa qualche settimana fa. È stato ritrovato un corpo e sembra essere proprio della 64enne Renata Rapposelli, sparita ad Ancona lo scorso 9 ottobre dopo una visita all’ex marito e al figlio. I primi risultati dell’esame comparativo del Dna e i campioni di saliva e capelli sembrano confermare che il cadavere sia quello della donna. Manca ancora l’autopsia.

Stando ai rilievi il corpo sarebbe caduto dall’alto della strada e finito sul greto del fiume. Il marito e il figlio della pittrice, Giuseppe e Simone Santoleri, sono indagati per concorso in omicidio e occultamento di cadavere. In particolare proprio il figlio – secondo la Procura e i carabinieri – sarebbe l’assassino, visto che il padre è malato e difficilmente avrebbe potuto reggere una colluttazione con l’ex moglie.

“Abbiamo ritrovato quel cadavere e lo abbiamo trasferito all’obitorio di Macerata per gli accertamenti necessari – ha detto al telefono Giuseppe Losito, comandante del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Tolentino – Sarebbe più giusto parlare di ‘resti di un corpo’, perché era in avanzato stato di decomposizione”. Simone è stato convocato dal magistrato della Procura di Ancona titolare dell’inchiesta, Andrea Laurino, per un interrogatorio e si è avvalso della facoltà di non rispondere. Non si è invece presentato all’interrogatorio Giuseppe Santoleri, ricoverato nell’ospedale di Atri per un’intossicazione da psicofarmaci.

Photo Credits Facebook

Comments

commenti