Selvaggia Lucarelli contro Raffaele Sollecito: su Facebook lui ride della morte di Meredith

Qualche giorno fa si è scatenata una polemica social; Selvaggia Lucarelli ha accusato tutti i gruppi Facebook che incitano alla violenza sulle donne e ha avuto qualcosa da dire anche contro Raffaele Sollecito…

Selvaggia Lucarelli, scrittrice, giornalista per Il Fatto Quotidiano e speaker radiofonica, è famosa per i suoi post su Facebook sempre piccati e polemici; gli argomenti di cui tratta sono sempre i più disparati e nell’ultimo periodo la donna ha deciso di condurre una battaglia contro, come li definisce lei, i “leoni da tastiera”; quelli che insultano sul web, magari nascondendosi dietro profili falsi su Facebook, ma che poi non hanno il coraggio di affrontare la realtà.

La vicenda si è acuita soprattutto perchè al centro delle polemiche questa volta c’è Raffaele Sollecito che a quanto pare è l’amministratore di alcuni di questi gruppi; la Lucarelli infatti in un articolo per Il Fatto Quotidiano racconta: “Buone notizie soprattutto per i familiari di Meredith Kercher. Raffaele Sollecito, dopo aver provato a riciclarsi come opinionista tv e come impresario di pompe funebri 2.0, ha trovato il suo posto nel mondo: leader di gruppi segreti su fb che hanno fatto dell’odio nei confronti delle donne il loro cavallo di battaglia e fine umorista. Anzi, irresistibile comico con una netta predilezione per il black humor, visto che lui la morta ammazzata su cui scherzare ce l’ha avuta in casa”. Raffaele Sollecito è tra i 250mila membri del gruppo Facebook “Pastorizia never dies” in cui, sempre citando la Lucarelli, “tra schifezze varie, ci sono anche uomini che si scambiano pareri su come ammazzare la ex e su come far sparire il corpo. Eccolo lì farsi fotografare con uno degli amministratori e diventare idolo delle masse di trogloditi che sguazzano lì dentro a colpi di battute irresistibili e di gran gusto sul caso Meredith“.

La risposta di Sollecito all’intera vicenda non si è fatta attendere; il ragazzo ai microfoni di Radio Campus ha dichiarato: “Le cose non stanno così, quelli che lei ha citato sono solo dei gruppi goliardici che fanno ironia su fatti e avvenimenti di vita quotidiana semplicemente per sdrammatizzare un po’ accadimenti vari. Io non so che cosa abbia da fare durante le giornate la signora Lucarelli. Di certo i gruppi Facebook con cui rido e scherzo sono solo un piccolo svago, non sono il mio posto nel mondo. Selvaggia Lucarelli non mi conosce. Io scherzo su me, non scherzo sugli altri. Meredith nei commenti che ho fatto non la cito nemmeno e non la metto mai in mezzo, non mi sembrerebbe nemmeno carino farlo. Tra questi gruppi e il femminicidio non c’è nessun legame, questi gruppi sono pieni di donne che commentano, questa è satira, goliardia, non c’è nient’altro. Ho capito che a Selvaggia Lucarelli piace parlare male delle altre persone, io non la conosco e non voglio nemmeno perdere tempo a capire cosa fa nella sua vita.”

Selvaggia Lucarelli contro Raffaele Sollecito: su Facebook lui ride della morte di Meredith

Photo Credits: Facebook

Comments

commenti