Camila Raznovich: Eugenio, Viola e Sole sono la sua gioia più grande

Camila Raznovich è tornata al suo più grande amore. Il primo: la musica. Oggi, venerdì 1 maggio, la conduttrice è protagonista assoluta del Concertone annuale presso San Giovanni in Laterano a Roma (leggi la scaletta con tutte le esibizioni su Velvet Music). Il lavoro è sempre al primo posto, ma nella sua vita c’è tanto altro: il compagno Eugenio Campari che di professione fa l’architetto e le figlie Viola e Sole, nate rispettivamente il 12 luglio del 2009 e il 16 aprile del 2012. Alle sue spalle ha una vita intensa. Di certo non è una donna che in passato si è annoiata. E’ nata in Italia da genitori di Buenos Aires (papà di origini russo ebraiche), ha frequentato varie scuole a Londra, Milano e in India, poi si è trasferita a New York e anche in Australia dove ha sposato un ragazzo da cui si è separata nel 2001.

Quando ha incontrato Eugenio l’ha messo subito con le spalle al muro, dicendogli che scegliendo lei, avrebbe dovuto prendere anche “tutto il pacchetto“: “Il mio compagno – ha dichiarato qualche tempo fa attraverso un’intervista a Mattino 5 – mi ha conquistato con grande concretezza, è un uomo risolto. A volte oggi si chiede come si è preso questa missione sulle spalle. Al secondo incontro gli ho detto ‘io ho 30 anni e cerco il padre dei miei figli’. Non avevo tempo da perdere. Non è che a 35 anni mi molli… A 30 anni, se vuoi una famiglia oggi, devi anche organizzartela. Un po’ di ansia di prestazione la metto sì, mi piace che i miei uomini vivano col fiato sul collo. A 19 anni ero già sposata, col mio compagno adesso non è nelle nostre priorità, anche se abbiamo due bambine, io vivo nel peccato in questo momento…“.

Nonostante due figlie a cui badare, la Raznovich non rinuncia affatto a lavorare con passione. Campari però ha sempre saputo che dopo lo stop successivo all’ultima maternità lei avrebbe desiderato nuove sfide: “Non trovo giusto sacrificare la carriera per la famiglia, quindi devo essere doppia come tutte le donne oggi nel mondo“.

Foto by Facebook

Comments

commenti