Marco Borriello: Olga Kent è la sua nuova fiamma?

Strana la vita, con le sue traiettorie e i suoi tiri mancini. Imprevedibile, sotto molti punti di vista, ed è inutile che l’uomo s’affanni a programmarla. Prendete Belen Rodriguez e la modella moldava Olga Kent, per esempio. Lì per lì, l’accostamento dei loro nomi pare privo di una spiegazione logica. Insomma, cosa c’entra l’una con l’altra? C’entra, c’entra. Perché le loro strade si sono incrociate al di là della loro stessa volontà. Qualche tempo fa, infatti, è stata proprio la Kent a sostituire Belen alla conduzione del programma tv Colorado: una scelta che poi non si è rivelata troppo felice, ma tant’è. E adesso pare che la bionda bellezza dell’Est abbia preso il posto della caliente argentina anche nel cuore di… Marco Borriello. Ebbene sì: l’ex fidanzato storico della Rodriguez nonché uno dei calciatori più desiderati dalle donne italiane.

Invalid Displayed Gallery

Sciupafemmine ma non troppo, Marco ha sempre detestato il gossip e si è adoperato in tutti i modi per dribblarlo, anche con discreti risultati: era da un pezzo che non circolavano voci su flirt veri o presunti (una delle ultime fanciulle additate come nuove fiamme è stata Izabel Goulart, “angelo” di Victoria’s Secret), e di certo lui non ha fatto voto di castità. Ma torniamo al rapporto con la Kent: secondo il settimanale Diva e Donna i due si sono visti qualche volta un po’ di mesi fa a Miami e nei giorni scorsi hanno più volte fatto la loro apparizione nella notte milanese fianco a fianco.

Pare siano stati beccati insieme anche al ristorante siciliano Curò, sui Navigli, in occasione di una festa di compleanno. Probabilmente è presto per parlare d’amore e sicuramente Borriello non pronuncerà verbo in proposito, dunque è inutile attendere conferme ufficiali. Usciranno allo scoperto, lasceranno che siano i fatti a parlare? E chi lo sa. Marco è diventato un vero professionista nella difesa della privacy. Staremo a vedere. E comunque, in questo momento, Olga è una creatura assai invidiata…

Facebook-LaPresse/Daniele Montigiani

Comments

commenti