Padre Georg: con Benedetto XVI fino alla fine

Il prete bello“, “il George Clooney del Vaticano“, “il Padre Ralph de Roma“: mica ha solo un soprannome, Padre Georg Ganswein. Ne ha tanti, e tutti fanno riferimento alla sua avvenenza. Vanity Fair l’ha pure piazzato in copertina titolando “Essere bello non è peccato“. Lui, 57 anni il prossimo 30 luglio, ha lasciato che i suoi occhioni blu si riempissero di lacrime nel giorno delle dimissioni di Papa Benedetto XVI. Che le spalle larghe e atletiche si piegassero sotto questo dolore. Anzi, s’è messo proprio a piangere come un bambino, tanto che più di qualcuno ha cercato di consolarlo. D’altra parte può stare tranquillo, e con lui anche l’attuale “Papa emerito”: nessuno li dividerà. Padre Georg abiterà con Benedetto XVI nel monastero Mater Ecclesiae in Vaticano, e insieme a loro ci saranno pure quattro suore che già prestavano servizio al Santo Padre.

LE FOTO DI PADRE GEORG: GUARDA

Non solo: lo scorso gennaio, da segretario personale del Papa, il fascinoso Georg è stato consacrato arcivescovo e promosso Prefetto della Casa Pontificia. La cosa ha destato pure qualche polemica: “Dopo aver risolto la questione del suo segretario – ha per esempio commentato Monsignor Luigi Bettazziche non rimarrà a disposizione di tutti ma avrà garantito un posto da Vescovo, Benedetto XVI – si è sentito più libero di dare le dimissioni“. Tant’è. I rumors circa il loro rapporto non sono mancati e non mancheranno, questo è poco ma sicuro. Perché si tratta di un sodalizio davvero indissolubile. E perché Georg è proprio un gran figo, passateci l’espressione. Consapevole di tale “dono” e della capacità di destare apprezzamenti sia nell’universo femminile che in quello maschile. Tuttavia lui ha fatto la sua scelta, quindi è un bello e impossibile. Come si dice? Guardare ma non toccare…