Tamara Pisnoli, un flirt con Corona e un passato ingombrante

Ne stanno parlando in molti, e in molti pensano che lei potrebbe essere la donna giusta. Davvero, stavolta. Altro che Nicole Minetti, altro che fanciulle conosciute in discoteca. Tamara Pisnoli è una di quelle “femmine” capaci di tenere testa a un cavallo imbizzarrito come Fabrizio Corona. E’ bella, ma non è questo il punto. Il punto è il suo passato. Le sue origini. Che l’hanno resa una donna forte ma l’hanno anche segnata per sempre. Tamara è figlia di Massimo Pisnoli, pregiudicato appartenente alla malavita romana, che fu ucciso nell’agosto 2008 con due colpi di fucile.

Aveva precedenti penali per furto, rapina, ricettazione; era scomparso da qualche giorno e già la famiglia aveva capito tutto. Aveva capito che non se la sarebbe cavata. E’ stata un’esecuzione in piena regola, la punizione per qualche sgarro non perdonato. Tamara non aveva grandi rapporti con il padre, giusto lo stretto necessario. Ha sempre cercato di farsi la sua vita. Bella, bionda, per un po’ ha sognato il mondo della tv. E’ anche riuscita a conquistare un ingaggio coma ballerina di Sarabanda, programma condotto da Enrico Papi su Raiuno. Voleva fare la Velina, dicono. Poi ha conosciuto l’asso della Roma Daniele De Rossi.

Si sono sposati nel 2006, dieci mesi prima avevano messo al mondo Gaia: una bambina splendida, con i capelli d’oro e gli occhi azzurri rubati a Daniele. Sembrava che il loro futuro fosse roseo, pieno d’amore. Una sorta di riscatto, insomma. Invece nel 2009 si sono lasciati. I maligni dicono che Tamara avesse perso la testa per un ex pugile, chissà. Adesso, invece, si dice che De Rossi non veda affatto di buon occhio questa storia con Corona…

Foto by Youtube

Comments

commenti