Tiziana Cantone: la Procura archivia il caso, nessuna istigazione al suicidio

A ridosso del primo anniversario di morte di Tiziana Cantone, la ragazza suicidatasi per la diffusione di alcuni video hard senza il suo consenso, la Procura chiede l’archiviazione per istigazione al suicidio. L’ennesimo dolore per la mamma della giovane.

Gli inquirenti della Procura di Napoli Nord, nonostante le indagini approfondite, hanno chiesto al Gip del Tribunale di Napoli l’archiviazione per l’accusa di istigazione al suicidio. Non è possibile, secondo chi indaga, provare che qualcuno abbia spinto Tiziana Cantone a suicidarsi. La bellissima 31enne di Mugnano, protagonista di alcuni video hard diffusi in rete senza il suo consenso e diventati virali, si è tolta la vita il 13 settembre 2016, dopo aver subito una vera e propria gogna sia mediatica che nella vita reale.

Nessun indagato è stato iscritto all’interno del fascicolo per istigazione al suicidio. Fra pochi giorni il Gip del Tribunale di Napoli si pronuncerà in merito all’archiviazione: se accogliere la richiesta o chiedere ulteriori indagini da parte dei pm. Resta ancora in piedi un’altra inchiesta, coordinata dalla Procura di Napoli. Il reato in questione è quello di diffamazione nei confronti di Tiziana Cantone da parte di alcuni conoscenti. Anche in questo caso era stata presentata richiesta di archiviazione da parte dei pm ma è stata respinta proprio dal Gip, che ha invece disposto nuovi accertamenti sul caso.

Il procuratore di Napoli Nord, Francesco Greco, ha sottolineato la meticolosità delle indagini svolte sulla morte di Tiziana Cantone, ma nonostante ciò non si è riusciti ad esercitare l’azione penale nei confronti di qualcuno. L’ennesima luce in fondo al tunnel che si spegne per la mamma di Tiziana, che lotta quotidianamente per ottenere giustizia per la figlia. Ora non resta che attendere la risposta del Gip, che potrà scegliere se ridare speranza a Maria Teresa Giglio o se chiudere definitivamente questa storia. Una decisione importante e complessa, proprio a ridosso del primo anniversario di morte della bellissima ragazza di Mugnano.

Photo Credits Facebook

Comments

commenti