Terence Hill: tutte le curiosità sulla sua carriera

Ecco tutte le curiosità da sapere su Terence Hill, il Don Matteo in bicicletta che ha conquistato il pubblico italiano: dal primo incontro con Bud Spencer al ruolo da protagonista in Rambo.

Se il nome Mario Girotti non vi dice nulla non temete, è comprensibile: stiamo parlando del famosissimo Terence Hill, il mito dei film western nella coppia con Bud Spencer. Sono molte le curiosità che riguardano l’attore e che forse non tutti sanno. Eccole qua. Come prima “chicca” vi parliamo del primo incontro con il grande e grosso Bud Spencer (pseudonimo di Carlo Pedersoli) o meglio, del primo “mancato incontro” con quello che diventerà il compagno di disavventure di una vita. Il primo (non-ufficiale) incontro tra i due big del cinema italiano e non avviene nel 1959, sul set di Annibale: Carlo Pedersoli e Mario Girotti (veri nomi di Bud e Terence) hanno recitato nello stesso film, anche se in scene separate. Solo dopo, nel 1967, la strana coppia si è presentata ufficialmente sul set del film “Dio perdona… Io no!”. Un’altra indiscrezione riguarda proprio questo evento: ai due attori, che fino ad allora aveva utilizzato i loro veri nomi, fu richiesto di scegliere un nome d’arte per questioni di marketing. La produzione consegnò loro una lista di venti nomi, tutti dal sapore più americano, e tra i tanti Mario Girotti scelse proprio “Terence Hill” perché le iniziali dello pseudonimo corrispondevano alle iniziali del nome della madre, Hildegard Thieme.

L’attore possiede ancora il cappello che indossò nel film Il mio nome è nessuno. Insieme a Sergio Leone, produttore esecutivo della pellicola, girò numerosissimi negozi per trovarlo. La pratica deve essergli piaciuta perché sembra che conservi anche il vestito indossato nel film Lo Chiamavano Trinità. Ancora? In origine il titolo della serie televisiva ambientata a Gubbio che lo vedeva nei panni di un prete-investigatore doveva essere “Il diavolo e l’acqua santa”. Il nome però non convinse Terence Hill, il quale propose Don Matteo come nuovo titolo e come nome del protagonista (al posto di Teodoro).

Ed ecco per voi, infine, l’ultima e speciale chicca: inizialmente, il protagonista della saga cinematografica Rambo doveva essere proprio lui, il nostro Don Matteo. Purtroppo però, per l’eccessiva violenza del personaggio rifiutò la parte lasciando il posto a Sylvester Stallone. Ve lo immaginate? Il nostro pacifico prete-investigatore in bicicletta con la fascetta rossa in testa mentre prende a pugni e lancia granate.

Photo Credits Facebook

Comments

commenti