Gessica Notaro: le richieste shock della difesa di Edson Tavares

Gessica Notaro torna in aula, presso il Tribunale di Rimini, per l’udienza preliminare contro Edson Tavares per l’aggressione con l’acido.

Si è aperto ieri, 12 luglio 2017, l’udienza preliminare dell processo per l’aggressione con l’acido subita dalla giovane Gessica Notaro. L’unico imputato è Edson Tavers, ex fidanzato della ragazza riminese. Questo processo, come riportato da ChiamamiCittà.it, non andrà a sostituirsi con quello ancora in corso per stalking, a carico sempre del capoverdiano, nei confronti della 27enne: anzi, vi si andrà ad affiancare.

Gli avvocati difensori del capoverdiano Edson Tavares, accusato di aver aggredito con l’acido Gessica Notaro mentre rincasava la sera del 10 gennaio 2017, hanno richiesto, stando quanto riporta NewsRimini, di eseguire una simulazione dell’aggressione avvenuta quella notte. L’esperimento giudiziale, così chiamato in gergo tecnico, servirebbe alla difesa dell’uomo per verificare se la dinamica raccontata dalla 27enne è compatibile con le cicatrici lasciatele dall’acido. Inoltre la difesa di Eddy ha chiesto per il proprio assistito il rito abbreviato condizionate dalle perizie tecniche o in subordine il rito abbreviato semplice. A decidere su tali richieste il Gup Fiorella Casadei che nella prossima udienza, fissata per il 22 settembre 2017, comunicherà la decisione.

Ma cosa comporta il rito abbreviato richiesto dalla difesa di Edson Tavares? Come in ogni processo svolto con questo procedimento speciale, previsto dal sistema italiano, l’imputato, in caso di condanna, avrebbe diritto ad uno sconto di pena pari ad un terzo della stessa. Una riduzione, nel caso venisse accettato il rito abbreviato, sicuramente poco gradito dalla bella Gessica Notaro. Durante l’udienza sono state ammesse anche nuove parti civili: oltre al comune di Rimini e la Regione (costituitesi subito) si sono aggiunte l’Ausl Romagna e l’associazione Butterfly, che si occupa della difesa dei diritti delle donne. Gessica anche questa volta non si è tirata indietro ed era presente in aula e, stando quanto riportato da NewsRimini, ha spesso cercato lo sguardo di Tavares, ma lui, come sempre, è rimasto per tutto il tempo a testa bassa.

 

 

Photo Credits Facebook

Comments

commenti