Andreas Muller, intervista a Pitti Uomo: “Non voglio diventare una meteora” [ESCLUSIVA + FOTO]

Velvet Mag ha contattato Andreas Muller, vincitore della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, a Pitti Immagine Uomo 92 per la presentazione della nuova collezione Spring/Summer 2018 di Pyrex (marchio d’ispirazione street). Il ballerino ha parlato del suo stile ed ovviamente nella sua esperienza nel talent show…

Quanto è importante per te il look dentro e fuori la sala da ballo?
Per me il look è importantissimo, diciamo che nella sala da ballo c’è un controsenso, ovvero che il ballerino balla bene se è vestito bene. Nella vita di tutti i giorni impiego un sacco di tempo per prepararmi, anche più di una donna, perché amo curare molto il mio look.

Un accessorio che non può mai mancare per te?
Il cappello, che è perfetto anche per i giorni in cui i capelli non sono proprio in ordine.

Ti sei ripreso dalla vittoria di Amici?
Sono molto soddisfatto, ma sento anche una grande responsabilità, perché voglio portare in alto il titolo di vincitore ballerino dopo 11 anni e non voglio diventare una meteora.

Abbiamo letto indiscrezioni riguardo un tuo ruolo da professionista il prossimo anno ad Amici…
È una sorpresa, non mi sbilancio.

Cosa consigli a chi vuole fare i provini per il talent?
Consiglio sempre di essere se stessi, di essere originali e di portare avanti quello in cui credono, anche se magari altri cercheranno di tarpargli le ali.

Un ringraziamento che vuoi fare a Veronica Peparini e/o Maria De Filippi per tutto il sostegno?
La Peparini sa tutto, Veronica è una persona che mi è stata molto vicina e mi ha aiutato, ha creduto molto in me come io ho creduto in lei, penso che lavoreremo insieme, me lo auguro. A Maria De Filippi faccio un grande ringraziamento per l’opportunità che mi ha dato, spero di non deluderla.

Ultima curiosità, cosa ti ha detto Garrison dopo la vittoria?
Garrison non si è fatto vivo ma penso che sarà “felicissimo”!

Photo Credits Ufficio Stampa Match Picture Italia

Comments

commenti