Cose da Vip

“Cinecittà World”, anche i “vip” tornano bambini

Nonostante nessuno degli invitati "celebri" all'inaugurazione della seconda stagione del parco di divertimento "Cinecittà World" di Roma sia ormai catalogabile come "bambino", ognuno di loro si è divertito al pari dei propri figli affrontando ripide discese con l'ottovolante o partecipando alla corsa delle bighe in perfetto stile Ben-hur. Perchè il divertimento, quello più puro e vero, non ha età.

Non si sono certo risparmiati i "vip" arrivati per l'inaugurazione ufficiale della seconda stagione del parco di divertimenti costruito accanto agli ex studi De Laurentiis, il "Cinecittà World". La giornata prevedeva un "Ben Hur Opening Party" in cui le celebrità e i loro figli si sfidavano a bordo di bighe in un neo-Circo di Massenzio come nel film del 1959 vincitore di 11 premi Oscar con Jack Houston e Morgan Freeman.

Vestiti da antichi romani, si sono dati battaglia Kaspar Capparoni, Brando Giorgi, Bianca Guaccero, Gianmarco Tognazzi, Veronica Logan, Brigitta Boccoli, Natalie Caldonazzo fresca di "Isola dei Famosi", Gaia De Laurentiis, Silvia Salemi, Mietta, Marco Morandi, Yvonne Sciò e Janet De Nardis.

Nessuno voleva arrivare ultimo e tutti hanno dato il meglio di sè per far mangiare la polvere all'avversario. Ovviamente, c'è chi ha dimostrato un vero e proprio talento per le corse e chi è sicuramente più bravo dietro una telecamera o una macchina da presa. Tutti però si sono divertiti come "ragazzini".

Ben Hur è una delle 10 nuove attrazioni realizzate quest’anno al parco. “Si tratta di un’esperienza unica al mondo” ha affermato l’amministratore delegato di Cinecittà World, Stefano Cigarini “dove l’ospite entra fisicamente in un film e vive un’esperienza da grande attore”.

E le celebrità si sono proprio "calate" nel personaggio, incitando il cavallo, sbertucciando l'avversario e comportandosi proprio come diceva Morgan Freeman nella celebre pellicola da Oscar: "Nell’Arena non ci sono leggi… primi a finire...ultimi a morire”.

Photo Credits: Cinecittà World Press Office, Giacobetti Comunicazione, Midas

Comments

commenti

To Top